La nuova malattia

17 01 2009

Da polisblog:

“Stefano Galli, capogruppo della Lega Nord in Lombardia, spiega così il suo rifiuto a votare a favore dell’adesione alla Giornata Mondiale contro l’omofobia. In primo luogo perché promuove l’omosessualità come non malattia mentale. E poi – conclude – perché sebbene gli omosessuali non vadano perseguitati (che illuminato statista!), nemmeno può considerarsi avere l’omosessualità come un colpo di culo.”

Se l’ignoranza e la volgarità fossero i sintomi di una nuova sconosciuta e ingravescente malattia, questo verde signore sarebbe da ricoverare in terapia intensiva, in condizioni disperate.

Annunci