Regole

La prima regola caro navigatore è proprio nell’essenza del blog: io ho il diritto di dire quello che mi pare, voi avete il diritto di non essere d’accordo.

Il punto è che ogni commento deve essere civile, con toni accettabili, il dissenso deve essere espresso nel rispetto delle leggi vigenti, come farò io nei post.

Se non sei d’accordo con un’opinione espressa, prenditela con lei, chi l’ha espressa non c’entra. Questo significa che i commenti che criticheranno in modo ingiustificato, eccessivo, volgare, razzista o gratuito una o più persone saranno cancellati immediatamente senza neanche sostare due turni in prigione.

Mi piacciono poco i litigi per cui qui certi figuri so già che qui attecchiranno poco, in ogni caso dall’IP si possono scoprire molte cose. Per questo i commenti provenienti da un IP mascherato non saranno neanche presi in considerazione, il codice binario “0” e la fine nel cestino è il loro destino.

Ricordati oh tu sperduto navigatore che questo è un blog gratis e che in tv ti dicono tutto il giorno di cambiare canale, anche se il tubo catodico non offre molte alternative. In rete le alternative sono milioni, quindi se questo non è il posto per te chiudi la scheda e vai avanti.

Ah, se sei un complottista sospettoso diffidente pessimista di quelli seri: la prima volta che commenti qui automaticamente scatta la moderazione, perciò appena io avrò tempo tra una faccenda e l’altra sbloccherò il tuo commento, sempre che risponda alle regole qui sopra.




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: