Confessioni di un terremotato di merda

15 04 2009

Un’altra testimonianza diretta, da Buscialacroce cinical division:

Buscialacroce torna più cattivo che mai, una città distrutta, due amici di meno e tanti vaffanculo nel cuore! Il primo vaffa va all’architetto dell’ospedale nuovo, si fa per dire, S. Salvatore Marcello Vittorini che dice: “Ho visto che l’ospedale in alcuni punti era inagibile, ma in altri no. Non capisco cosa possa essere successo. Non so se l’incuria possa aver compromesso i pilastri.”

ospedale-macerie

Architè ma che cazzo dici? La realtà è che hai sbagliato il progetto, lo sapevi benissimo che L’Aquila essendo stata distrutta dal terremoto 3-4 volte, l’ultima fino al 6 aprile 2009 nel 1703, non era zona sismica di secondo grado, ma di primo. Mia madre ci ha lavorato li dentro e prima ancora ha lavorato al vecchio San Salvatore che ha retto benissimo perché non era stato fatto con il pongo. A noi Aquilani non ci prendi in giro, stai zitto che è meglio, il tuo “geniale” progetto è andato giù come la cartapesta e per fortuna non ci è rimasto secco nessuno. Lo sai che con il cemento che avrebbero dovuto usare per l’ospedale sono state costruite altre case e ville? Peccato che non ho le prove e non posso ritrovare il testimone. Il secondo vaffa va a “Il Giornale” e al suo irritantissimo direttore Mario Giordano, sono loro che offendono i morti, non certo Vauro. Le vignette di Vauro sul terremoto erano un pugno dritto allo stomaco che mostravano tutta l’ipocrisia di alcuni giornalisti che girano come avvoltoi sulla carogna, la spolpano finchè restano solo le ossa e se ne vanno come se nulla fosse accaduto. Il terzo vaffa va a chi ha governato L’Aquila, destra e sinistra, che non ha previsto una zona con luce, acqua, gas per montare prefabbricati o tende.

ITALY-QUAKE/

Si sa che a L’Aquila più o meno ogni 300 anni fa un terremoto catastrofico, la protezione civile appena arrivata ci ha messo un po’ per organizzarsi perché non era prevista una zona attrezzata e questo il sindaco Massimo Cialente e l’ex sindaco Biagio Tempesta lo sapevano benissimo. Il quarto vaffa va al tg1 che si rallegra per l’odience ottenuto grazie ai servizi sul terremoto mentre due miei amici più 293 persone crepavano. Il quinto vaffa lo dedico a quei giornalisti tipo Bruno Vespa che usano il dolore della gente per alzare gli ascolti, carissimo Vespa l’altra sera mi hai fatto vergognare di essere tuo concittadino. Un vaffanculo speciale va ai turisti da catastrofe, spero che su quelle esimie teste di cazzo cada una colonna di marmo e mi dispiace solo che non stavano con me in quei 25 secondi di folle euforia. Il Buscialacroce che conoscevate non c’è più, quello è rimasto sepolto tra le macerie con la sua amica Benedetta, ora ce n’è uno nuovo molto più spietato che non farà sconti a nessuno che userà tutta la violenza verbale che ha per farvi star male. Vi piace la tv del dolore? Bene siete entrati nel posto giusto, farò il carnefice di me stesso, lo sciacallo dei miei sentimenti.

vigili-fuoco

Un ringraziamento invece va ai vigili del fuoco che per 1200 € al mese rischiano la vita per salvarci, un ringraziamento tutto speciale va ai cani che aiutano a cercare le persone sotto le macerie e in cambio vogliono coccole e la strameritatissima pappa! P.s non dimentichiamoci il grande Pluto ju cane che è rimasto a L’Aquila nonostante il terremoto, Pluto ju cane cittadino onorario!


Azioni

Information

One response

18 04 2009
luciano61

“In relazione ai gravi e perduranti episodi di eventi sismici il cui inizio risale al 16 gennaio scorso, sotto forma di quotidiano sciame sismico di complessive 200 scosse e oltre, culminato con scossa di quarto grado il 30 marzo scorso, chiedesi urgente e congruo stanziamento di fondi per prime emergenze, nonché dichiarazione stato emergenza ai fini dell’effettuazione dei necessari interventi di ripristino idoneità degli edifici pubblici e privati. Inoltre, si segnalano in particolare gravissimi danni strutturali in due edifici scolastici ospitanti cinquecento alunni”.
Telegramma del Sindaco de L’Aquila, inviato il 1 aprile al Governo italiano: servono altre parole?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: