Il nuovo partito: OT

24 02 2009

veltronifranceschini

colaninno11

Dario Franceschini è il nuovo leader del PD.

Veltroni si è dimesso (Si è dimesso? Si è dimesso? Devo ripassare il significato di questa parola obsoleta!) dopo che Soru ha perso in Sardegna. Vabbè dai non è un nome con cui si può fare molto marketing, se lo doveva aspettare. E poi se ce l’aveva così tanto con i sardi poteva aspettare a rassegnarsi alle dimissioni dopo la vittoria di Marco Carta a San Remo. Voi l’avete guardata la tortura-san remo? Io no, sono tra la metà degli italiani che non ha visto il festival ma è rabbrividita ascoltando alcune canzoni, e che magari ha notato che il festival è stato condotto da Bonolis-Laurenti, che nell’ultima sera la De Filippi è andata ospite e che grazie al televoto ha vinto Marco Carta. Il triduo pasquale ancora prima della quaresima.

Ma torniamo a noi: Walterino si è dimesso, ed è stato interessante leggere i titoli roboanti: “PD nel caos” …perchè prima invece? Per l’ennesima volta forse ci volevano insegnare che il peggio non conosce limiti, ringraziamo per lo splendido tentativo ma non ce la possiamo fare, rimarremo i soliti illusi.

Dopo che Veltroni si è dimesso (si è dimesso, ancora non ci credo, ormai la razza dei dimessi italiani è protetta dal WWF) si sono paventate varie ipotesi, tra cui arrivare al prossimo congresso, o eleggere Bersani come leader.

Bersani come leader? Ma per favore! E’ probabilmente uno dei pochi che il cervello ce l’hanno in allegato, ma siamo nell’epoca della tv, del fashon, della comunicazione, di questi signori prototipo Gigi con pantofole marroncine ,maglione bordeaux con scollo a V e calzettoni di lana color panna non ne possiamo più!

Al che hanno eletto Franceschini. Ovviamente non potevano eleggere una donna, guai mai, è vietato, le donne non possono fare il prete. Come dite? Non è un’associazione cattolica? Ah, che sbadata, mi ero confusa.

Secondo me l’hanno eletto perchè ha gli occhiali rotondi. Considerando che in Italia c’è pieno di imprenditori strafighi vestiti all’ultima moda truccati e accompagnati da belle ragazze e che loro hanno scelto Colaninno, cioè l’unico imprenditore con gli occhiali rotondi e la dentatura da bravo ragazzo cocco di mamma dovevamo aspettarcelo.

harry_potter_432

Il prossimo leader sarà Harry Potter. Harry Potter e il partito filosofale. Sottotitolo “Il partito in cui non si conclude mai un cazzo”.

Ecco, e poi, dato che “democrazia” è una parola più desueta di “dimissioni”, basta con questo nome, basta con Partito Democratico… Democratico di che? E poi dai non è un partito, è più simile al circolo della calzamaglia! Quindi proporrei come nuova sigla OT: Occhiali Tondi. Anche POT va bene, con Harry Potter come leader è perfetto! Partito Occhiali Tondi.

Vorrei anche fare un’analisi sul discorso di Darietto. E’ stato anche un bel discorso vi dirò, con le palle, mi verrebbe da chiedergli se allora prima era in disaccordo col maanchismo mollaccione di Walterino. Però ho pensato: beh, dai, non male, concediamogli il beneficio del dubbio.

Tempo due giorni e i soliti dell’azione cattolica gli rompono per due parole che ha detto e che riguardano la chiesa (riguardano la chiesa? Perchè? Parlava di omelie, di ostie e vinsanto? Non mi sembra, e allora perchè riguardavano la chiesa?). Rutelli in testa. Credo che lui e Massimino in particolarmodo siano colpiti dalla sindrome “bambino rompipalle senza coraggio”.

Tipo così:

Maestra: bambini adesso facciamo questo gioco, chi vuole fare il capo?

Darietto: io, io!

Maestra: bene, allora Darietto è il capo! C’è qualcun altro che vuole fare il capo?

Franceschino e Massimino: io, io!!! Lui non è capace di fare il capo, e poi l’anno scorso ci ha rubato la gru!!

Maestra: va bene, allora voi vi candidate a fare il capo? Siete capaci?

Franceschino e Massimino: Mmmhhh….Ehh….. Mmmmhhh… No! Non ci candidiamo a fare il capo! Però lui l’anno scorso ci ha rubato la gru!

Succede esattamente la stessa cosa ogni volta, e le tv e i giornali non aspettano altro che parlare della gru dell’anno scorso. Ogni volta che fanno queste dichiarazioni sceme dovrebbero dimezargli lo stipendio, così nel frattempo imparerebbero i logaritmi.

costantino1

Io un leader ce l’avevo, peccato che non sia arrivata in tempo…

Sto parlando di Costantino, pupillo di uomini e donne che ho visto credo da Vespa -ma non ricordo bene- parlare per più di cinque minuti del niente con estrema disinvoltura. E’ perfetto! Poi sarebbero contenti tutti: la De Filippi, Berlusca che avrebbe un rappresentante dall’altra parte, la casalinga-media, i suoi eventuali compagni di circolo -ehm, cioè, partito- che quando si parla del niente si trovano perfettamente a loro agio. Però non porta occhiali tondi, quindi comunque non avrebbero ascoltato la mia proposta.

POT: Partito Occhiali Tondi, Partito Off-Topic!!!


Azioni

Information

94 responses

24 02 2009
davide

Cara Sara,

personalmente Franceschini mi è simpatico, ma credo che sia stata una scelta sbagliata perchè essendo il Vice di Veltroni non era meno responsabile di Walter della caduta del PD.

Non condivido la tua opinione su Bersani, perchè ritengo che sarebbe il miglior segretario per il PD.

Come sai io sostengo Berlusconi però ho ammirato Bersani quando durante il governo Prodi ha tentato di fare delle vere liberalizzazioni.

Ciao Davide

24 02 2009
chiaradinotte

Però non porta occhiali tondi,

Beh….

Si potrebbe sempre ceca’!

24 02 2009
settantasette

Fantastico, eh?
Un democristiano come capo dell’opposizione.
Uno potrebbe dire: che figata! Significa che sta governando la sinistra!
Ehm…
.
.
.
… non proprio.

26 02 2009
simona_rm

il PD:
….non ce la faccio ad appassionarmi alle faccende del PD, non ce la faccio proprio……non mi viene nemmeno una battuta.

sanremo:
In compenso, ho seguito la tortura di San Remo alla radio, commentata dalla Gialappa’s Band! Magnifici, non hanno risparmiato nessuno.
Il lunedì dopo la premiazione ho sentito (sempre alla radio) una battuta strepitosa sui vincitori del festival: hanno vinto nell’ordine
1) Mediaset (carta)
2) il Vaticano (povia)
3) la camorra (come si chiama)
!!!!!:mrgreen: incontestabile.
Hanno vinto i poteri forti del paese e nell’ordine rigorosamente gerarchizzato.

costantino:
chi?

un saluto a todos

26 02 2009
luciano bubbola

Intanto Fini apre all’integrazione dei migranti in Italia; mentre Veltroni, cogliendo la palla al balzo, decide di ‘migrare’ per altri lidi…
Surreale, no?
Luciano Bubbola

28 02 2009
Fully

mmmm…
mi sa che il prossimo leader del PD non porta gli occhiali, né tondi né quadrati.
il nuovo Obama, infatti, ci vede benissimo.

http://www.corriere.it/politica/09_febbraio_21/renzi_obama_italiano_pd_time_43bc4962-0024-11de-a585-00144f02aabc.shtml
😉

1 03 2009
Sara

@ Davide: Su Bersani ero abbastanza ironica, comunque riconoscerai che per la politica italiana in questo momento l’immagine e il marketing sono fondamentali…Fraceschini secondo me è partito bene, staremo a vedere!

@ Chiara: è un’idea!!:mrgreen:

@ Settantasette: opposizione? Ahahahahah!!!!😉
Ma il demo cristiano è un LP con 4 o 5 alleluia?:mrgreen:

@ Simo: secondo me ormai nel PD è un pò come a casa Vianello: ci sono i pantofolai e “che barba che noia che noia che barba”…. Per quanto riguarda San Remo, ok che è il nome di un santo, ma non dovevi far la martire!!!🙂
Chi è quello della camorra?
Costantino: ecco cos’è significato abitare per il primo anno universitario in un monolocale con una fan di uomini e donne!!!

@ Fully: ed è pure un bell’uomo!!! Finalmente!!!! Dariettoooo???? A Firenze c’è un candidato serio!!!! Spero che vada spesso in tv questo politico così interessante!!!:mrgreen:

@ Tutti: scusate la domenicale simpatia!!!!

1 03 2009
davide

Cara Sarà,

“”@ Davide: Su Bersani ero abbastanza ironica, comunque riconoscerai che per la politica italiana in questo momento l’immagine e il marketing sono fondamentali…Fraceschini secondo me è partito bene, staremo a vedere!””

Sono d’accordo. All’interno del PD secondo me la cosa più saggia l’ha detta Letta, che ha proposto un’allenza con l’UDC. Solo puntando sull’elettorato di centro la sinistra può battere Berlusconi.

Ciao Davide

1 03 2009
chiaradinotte

Io continuo a dire che chi battera’ il nanucleare sara’ proprio Obama. La sua politica, se si domostrera’ efficace, dara’ lo stimolo a molti Paesi per uscire dalla crisi e chi non si adeguera’ ad essa fara’ la fine della Spagna franchista, che e’ rimasta arretrata per decenni mentre il mondo progrediva.

L’ultima stronzata del pidduista tricopennarellato e’ stata quella sulle banche italiche che non avrebbero problemi.

Ahahahah!
😀

Scusate se rido, ma non credo che ci sia molta gente che abbia chiara la reale situazione economica dell’azienda Italia.

Vedremo quindi cosa accadra’ quando il debito pubblico italico non potra’ essere piu’ rifinanziato tramite emissione di nuovi titoli che la gente non comprera’ piu’.

E vedremo anche cosa accadra’ alla Banca Mediolanum ed ai suoi “fondi” detenuti in massima parte da dipendenti ed elettori berlusconiani.

Vedremo…😎

1 03 2009
davide

Distinta Chiara,

“”Scusate se rido, ma non credo che ci sia molta gente che abbia chiara la reale situazione economica dell’azienda Italia.””

L’azienda Italia è messa molto male. Però non è che gli altri, tranne rare eccezioni, siano messi meglio e questo vale anche per il tuo paese l’Ungheria.

Quanto al nucleare le centrali atomiche sono indispensabili ma non sufficienti. Pertanto la ricerca di fonti alternative è necessaria perchè il nucleare da solo non è sufficiente a far fronte alla carenza di energia che si verificherà, molto prima di quello che crediamo, quando il petrolio si esaurirà.

Ciao Davide

1 03 2009
Salazar

È dal dopo Berlinguer, dal ‘48, che puntano al centro invece di rimanere a sinistra, lavorare dentro alle idee e alle tematiche della sinistra per mantenerle attuali, dinamiche, capaci di cambiare seguendo i cambiamenti dei tempi e della società.
Secondo me sarebbe ora di smetterla con i calcoli, i calcoletti e le caccolette da sondaggio, smetterla di seguire Berlusconi nel suo campo e nei suoi metodi, pensando più all’immagine che alla sostanza, e cominciare – finalmente – a fare la cosa giusta per un partito auto battezzato “democratico”: andare a sinistra, e non cincischiando, ma decisi.
Si perderanno pezzi di partito? Si, si perderanno pezzi di partito, ma se quei pezzi di partito si chiamano Binetti o Rutelli, ben venga la perdita. Eppoi a sinistra, fra le macerie dei partitini e fra i “bianchisti” per disperazione, c’è almeno un 15% percento che aspetta un qualcosa, un segnale: di questi tempi sono sicuro che si accontenterebbero di molto poco. Basta che – di nuovo finalmente – sia di sinistra.
Si poteva cominciare bene con le primarie. Ma le primarie sarebbero andate inesorabilmente a sinistra e avrebbero mandato a casa chi non vuole andare a casa perché una casa non ce l’ha: abita nelle sezioni di partito dalla pubertà e non ha idea di come sia fatta una casa. Quella – detto per inciso – dove abitano gli elettori che li eleggono anno dopo anno fin dalla notte dei tempi.
A fare la cosa giusta non si sbaglia mai, al massimo si perdono le elezioni (comunque perse) e non sarebbe neanche una sconfitta, ma l’inizio di una idea nuova, oppure (ancora) finalmente, felicemente ripresa.

1 03 2009
Salazar

Ovviamente: 48 leggasi 84.

1 03 2009
Sara

@ Chiara: di rimanere gli unici arretrati ne saremmo capaci!!! Staremo a vedere, non ho nè la voglia nè l’energia per preoccuparmi del futuro italico, già mi basta il presente!

@ Davide: non parliamo di nucleare perchè poi non finiamo più. Le centrali atomiche sono indispensabili come il pepe nell’aranciata. (il pepe non solo è inutile per l’aranciata, che per essere insaporita richiederebbe semmai delle arance, ma la inquina e la rovina)

@ Salazar: grazie perchè penso la stessa identica cosa e così evito di scriverla, oggi oltre che in fase simpatica sono anche in fase pigra!!!!

1 03 2009
chiaradinotte

L’azienda Italia è messa molto male. Però non è che gli altri, tranne rare eccezioni, siano messi meglio e questo vale anche per il tuo paese l’Ungheria.

Si’ certo. Chi lo nega?

Infatti non e’ in discussione la situazione economica PESSIMA di Ungheria, Grecia, Irlanda e (sottolineo) ITALIA, ma il fatto che Gyurcsány non ha mai detto di non essere nellla merda, mentre il nano vende le solite illusioni stile Vanna Marchi al suo popolo di ignorantelli imbecilli che lo votano.

Quando gli ignorantelli imbecilli si accorgeranno di essere stati sodomizzati, e che i soldini che hanno messo nelle banche, nei Bot e nei fondi mediolanum prenderanno la via delle Cayman in conti intestati ai parenti stretti di chi oggi siede sui banchi del governo, allora vedremo spuntare i forconi…

Ed io attendo😎

1 03 2009
Sara

Che bello ho acceso la tv e da Fazio c’è Franceschini, prima di vedere che era lui dalla voce sembrava il traduttore simultaneo!! Aveva più o meno lo stesso entusiasmo. Scusate l’OT…Anzi, il POT!!! Ahahahah

1 03 2009
chiaradinotte

Salazar

Ovviamente: 48 leggasi 84.

Un lapsus Orwelliano?

1 03 2009
davide

Distinta Chiara,

“”Quando gli ignorantelli imbecilli si accorgeranno di essere stati sodomizzati, e che i soldini che hanno messo nelle banche, nei Bot e nei fondi mediolanum prenderanno la via delle Cayman in conti intestati ai parenti stretti di chi oggi siede sui banchi del governo, allora vedremo spuntare i forconi…””

e dopo? Tutto si rimette a posto da solo? O avremo i colonnelli al potere?

Cio Davide

1 03 2009
davide

Distinta Chiara,

“”Infatti non e’ in discussione la situazione economica PESSIMA di Ungheria, Grecia, Irlanda e (sottolineo) ITALIA, ma il fatto che Gyurcsány non ha mai detto di non essere nellla merda, mentre il nano vende le solite illusioni stile Vanna Marchi al suo popolo di ignorantelli imbecilli che lo votano.””

Non serve che lo dica Berlusconi, perchè gli italiani lo sanno benissimo che sono nella merda.

Mi son fatto quattro risate ho sentito, da Fazio, le proposte di Franceschini contro la crisi: lotta agli sperperi e all’evasione.

Io ho 49 anni e sono almeno 44 anni che sento i politici, di tutte le parti, parlare contro gli sperperi e l’evasione fiscale. Quando un politico non sa che cazzo dire ripete sempre quelle cose.

Ho l’impressione che il Berlusca ce lo teniamo per altri cento anni.

Ciao Davide

OT. forse dovresti aver un po’ più di rispetto per chi non la pensa come te, perchè definire “ignorantelli imbecilli” la maggioranza degli elettori che hanno votato centro destra è una semplificazione eccessiva.

1 03 2009
Sara

@ Davide: Io invece ho trovato Franceschini finalmente determinato, mi sa che ci farò un post. E anche Fazio era stranamente vivo, chi sa perchè!!
E perdonami, ma il centro destra non parla proprio di evasione, e con le misure del governo Prodi l’evasione era diminuita veramente.
Per il resto, e per tutti: peace and love!!!

1 03 2009
Salazar

@ Clarinha
Mai andato d’accordo con i numeri: sono come quei bambini che dicono di volere 2, 75, 5, 26 caramelle. Come le finanziarie di Tremonti, per fare un esempio più chiaro.
Ma pensavo, e mi rivolgo a tutti: che dite di fare una società e mettere su una bella fabbrica di forconi? Vedo nei blog una insistente richiesta di questo articolo.
Io propendo per la produzione del modello classico in legno grezzo, e magari produrre delle forcole per i clienti più sofisticati. Ma parliamone: sono di idee aperte e portato alla discussione civile.
A volte discuto anche senza usare gli articoli di cui sopra.

1 03 2009
Salazar

Come si possono definire quelli che votano per uno che da tranquillamente del coglione a chi non vota per lui?
Ogni concetto ha diverse vie di lettura.

1 03 2009
Sara

@ Salazar: ottima idea! Daremmo anche posti di lavoro, che in tempi di crisi non è male…
L’unica cosa è che dovremmo pensare allo smaltimento dei forconi una volta che la rivoluzione sarà finita, dovremmo riutilizzare i materiali e far cominciare una nuova produzione per non lasciare a casa la gente che lavora in questa fabbrica!

1 03 2009
Salazar

@ Sara
Ma che domande: si ricomprano gli usati e si aspetta la nuova crisi prossima ventura per rivenderli come nuovi.

1 03 2009
Sara

Ah ecco!! Non ce la potrei mai fare a fare l’imprenditrice, queste idee non mi vengono!!!
Per quanto riguarda gli insulti: sono reciproci, sono spontanei e non mi piacciono nè in un senso nè nell’altro. Certo è che detti da un cittadino “privato” e detti dal futuro primo ministro in televisione è un pò diverso!!

1 03 2009
davide

Cara Sarà,

“”L’unica cosa è che dovremmo pensare allo smaltimento dei forconi una volta che la rivoluzione sarà finita, dovremmo riutilizzare i materiali e far cominciare una nuova produzione per non lasciare a casa la gente che lavora in questa fabbrica!””

Se ci sarà questa rivoluzione dei forconi, ti garantisco che il giorno dopo avremo i generali al potere e allora nessuno oserà più fiatare per non finire nei campi di concentramento.

Ciao Davide

1 03 2009
Sara

Vabbè Davide però non tirarcele così spudoratamente!😉
Poi scusa io non ti capisco: ma tu sostieni un governo che credi capace di queste cose?

1 03 2009
chiaradinotte

e dopo? Tutto si rimette a posto da solo? O avremo i colonnelli al potere?

Questo non lo so. Quando accadra’ Io saro’ gia’ lontana. Sono una zingara e viaggio, da sempre, molto leggera.🙂
Del problema dovrebbe preoccuparsi chi, in Italia, ha cose che possano essere distrutte, dagli uni o dagli altri.

Non serve che lo dica Berlusconi, perchè gli italiani lo sanno benissimo che sono nella merda.

Forse non hai capito: i premier SERI nei Paesi SERI, anche in quelli di pezzenti che sanno benissimo di avere le pezze al culo, non nascondono le bancarotte.
Questo lo fanno i piazzisti di pentole, le Vanne Marchi, coloro che vendono l’elisir del Dottor Dulcamara in grado di risolvere tutti i problemi ma che in realta’ e’ acqua fresca…

forse dovresti aver un po’ più di rispetto per chi non la pensa come te, perchè definire “ignorantelli imbecilli” la maggioranza degli elettori che hanno votato centro destra è una semplificazione eccessiva.

Se la maggioranza vota per Vanna Marchi ed il Dottor Dulcamara, tu come la classifichi?
Del rispetto per gli idioti me ne fotto. Gli idioti, quelli che hanno permesso a Vanna Marchi di governare sono i veri responsabili dello sfacelo.

1 03 2009
Sara

Che bello, c’è una parte di me che è curiosa e spera che conitnuiate in questo scambio dialettico, c’è l’altra parte di me che dice “state bbbbuoniiii!!!!!”.
No dai dite e fate tutto quello che volete che è molto divertente!!
Ragazzi per fare passare la crisi mettete due cucchiai di sale nell’acqua fredda, se non si scioglie significa che la crisi non passerà entro breve.

1 03 2009
chiaradinotte

Mai andato d’accordo con i numeri: sono come quei bambini che dicono di volere 2, 75, 5, 26 caramelle. Come le finanziarie di Tremonti, per fare un esempio più chiaro.

Salazar, sei stato chiarissimo.

Io, invece, con i numeri vado d’accordo e ti assicuro che li ho tutti. Sto monitorando la situazione economica italica costantemente, con dati e grafici, da ben 7 anni, comparandola con quella di altri paesi europei e non europei.

Fidati se ti dico che, una volta finito l’effetto della roba che il nano sta spacciando, la gente si rendera’ conto tutto in una volta della triste realta’. E sara’ un brusco risveglio.

1 03 2009
davide

Cara Sarà,

“Poi scusa io non ti capisco: ma tu sostieni un governo che credi capace di queste cose?”

Non ho parlato del governo, ma di una reazione ad una eventuale “rivoluzione dei forconi”. Se si pensa di far cadere il governo con scorciatoie non democratiche, come rivolte di piazza, è quello che succederà.

Ciao Davide

1 03 2009
chiaradinotte

ma tu sostieni un governo che credi capace di queste cose?

Ma no Sara. Se Davide sostiene Vanna Marchi lo fa per il nostro bene. Per evitare che arrivino i generali e ci mettano tutti nei campi di concentramento.

Hai capito come funziona?

1 03 2009
Salazar

Sono con Sara per quanto riguarda gli insulti, in tempi normali.
Ma sono con Chiara perché ad un certo punto bisogna dare alle “cose” il nome che si meritano.

1 03 2009
davide

Distinta Chiara,

“”Se la maggioranza vota per Vanna Marchi ed il Dottor Dulcamara, tu come la classifichi?
Del rispetto per gli idioti me ne fotto. Gli idioti, quelli che hanno permesso a Vanna Marchi di governare sono i veri responsabili dello sfacelo.””

Non avevo dubbi che avresti risposto così.

Ciao Davide

1 03 2009
chiaradinotte

Se si pensa di far cadere il governo con scorciatoie non democratiche, come rivolte di piazza, è quello che succederà.

Ogni governo cade quando la maggioranza del popolo, quella che aveva votato per lui, cambia idea e lo caccia.

Con le buone oppure, se quello non vuol mollare lo scranno, con le cattive. E’ normale che sia cosi’.

Cio’ potrebbe accadere in ogni paese del mondo. Fa parte della dinamica delle cose, da sempre.

1 03 2009
Salazar

Il governo di Berlusconi si basa sull’irreale. È di cartapesta come uno scenario tivvù, quando arriverà il reale e la gente lo toccherà con mano, andrà finalmente in piazza (con o senza forconi) e non arriveranno i generali o i colonnelli perché anche loro saranno in piazza con la gente.
I tempi del colpo di Stato dell’esercito sono passati, per fortuna.

1 03 2009
davide

Distinta Chiara,

“”Ogni governo cade quando la maggioranza del popolo, quella che aveva votato per lui, cambia idea e lo caccia.””

No, un governo se ne va quando viene sconfitto alle elezioni politiche (non certo perchè un sondaggio dice che il governo è in minoranza).

“”Con le buone oppure, se quello non vuol mollare lo scranno, con le cattive. E’ normale che sia cosi’.””

Non so cosa intendi con le cattive, ma se credi che il governo possa essere cacciato dalla piazza anzichè attreverso le elezioni ti sbagli.

Non vorrei che qualcuno pensasse di poter far cadere il governo, non attraverso le elezioni, ma con rivolte e tumulti, perchè in questo caso avremo davvero i militari al potere.

Ciao Davide

1 03 2009
Sara

La rivolta di piazza non è democratica? Oh mio dio…
Invece scegliere le preferenze per le elezioni senza farle scegliere ai cittadini è democratico? Possedere mediaset rai1 e rai2 è democratico? Firmare con Nicolas per le centrali nucleari dopo il referendum in cui i cittadini hanno votato no è democratico? Cacciare Luttazzi Biagi e Santoro è demoratico? Far fare i decreti legge e non le votazioni in parlamento è democratico? Aumentare la tassa sul permesso di soggiorno è democratico? Consentire ai medici di denunciare gli extracomunitari è democratico? I cococo cocopro e chicchiricchi sono democratici? La depenalizzazione del colpo di stato è democratica? L’evasione incitata e il premier che ha i conti nei paradisi fiscali è democratica? Il lodo alfano è democratico? Il fatto che i parlamentari possano godere dei dico e noi no è democratico? Il fatto che pensino sempre alla chiesa e non a noi è democratico?
Il fatto che inventino problemi inesistenti per parlare sempre d’altro e’ RISPETTOSO?

1 03 2009
Sara

E poi Davide un’altra cosa: quando dico della rivolta in piazza non penso a un colpo di stato, penso alla rivolta che fa dimettere il governo e che ne vota un altro. Così siamo tutti contenti!

1 03 2009
davide

Cara Sara,

“”E poi Davide un’altra cosa: quando dico della rivolta in piazza non penso a un colpo di stato, penso alla rivolta che fa dimettere il governo e che ne vota un altro. Così siamo tutti contenti!””

Condivido al 100%. Se vincerete le prossime elezioni politiche sarete voi a governare e noi faremo l’opposizione.

Comunque ti ricordo che Berlusconi è già stato mandato a casa tre volte dagli elettori e noi ha mai fatto colpi di stato o altre cose del genere: ha solo straparlato a vanvera di brogli elettorali.

Ciao Davide

1 03 2009
chiaradinotte

penso alla rivolta che fa dimettere il governo e che ne vota un altro

Si’, esatto, delle manifestazioni di piazza, incazzate ma PACIFICHE, contro chi ha fatto ritrovare il paese in ginocchio.

Dei giornalisti che finalmente denunciassero i fatti ed i misfatti.

Dei magistrati che realmente mettessero in galera i corrotti (tutti).

Cosa c’e’ di antidemocratico?

1 03 2009
Salazar

Esatto, le manifestazioni di piazza fanno cadere il Governo, il Presidente della Repubblica scioglie le Camere e si vota.
Questa sarebbe vera democrazia, finalmente.

1 03 2009
davide

Cara Sara,

“”E poi Davide un’altra cosa: quando dico della rivolta in piazza non penso a un colpo di stato, penso alla rivolta che fa dimettere il governo e che ne vota un altro. Così siamo tutti contenti!””

Comunque prima dovrete vincere, per non fare la figura di quelli che vendevano la pelle del Berlusca prima di averlo preso.

Ciao Davide

1 03 2009
Salazar

Perché mai scriviamo le stesse cose in contemporanea?

1 03 2009
davide

Caro amico Salazar,

“Esatto, le manifestazioni di piazza fanno cadere il Governo, il Presidente della Repubblica scioglie le Camere e si vota.
Questa sarebbe vera democrazia, finalmente.”

Il presidente della Repubblica non può sciogliere le camere se il governo ha la maggioranza in parlamento. Se lo facesse il parlamento potrebbe far incriminare il presidente della repubblica per attentato alla costituzione.

Ti ricordo che il parlamento è eletto da tutto il popolo e può far rimuovere il presidente per attentato alla costituzione e per alto tradimento.

Ciao Davide

1 03 2009
Salazar

Davide, ma quanto lo ami Berlusconi per difenderlo fino oltre l’impensabile?
Forse invece di limitarti a votare per lui dovresti anche mandargli dei fiori, avresti più soddisfazioni.
Consiglio rose rosse, classiche.

1 03 2009
chiaradinotte

Davide e quelli come lui non hanno ancora capito che qui non si tratta di un match calcistico trasmesso in TV…

Continuano a parlare di “vittorie” quando in gioco c’e’ molto di piu’ di uno scudetto.

Ma dietro a tanto parlare esiste una paura; una paura che chi non ha niente NON HA: quella di perdere ogni cosa.

Solo chi ha puo’ perdere e non si rende conto che fra 2 anni in Italia quelli che non avranno NULLA saranno assai di piu’ di quelli che avranno tutto, e quindi saranno la maggioranza.

Comunque saranno proprio le persone come Davide, quelle che progressivamente vedranno assottigliarsi la loro “roba” che un giorno, armate di forcone o di stendardo, grideranno piu’ forte delle altre.

E’ sempre stato cosi’.

1 03 2009
Sara

Dunque chiariamo una cosa: non mi piace questa contrapposizione tipo “sarete voi a governare e noi faremo l’opposizione” o “prima dovete vincere” o cose del genere perchè non siamo davanti alla tv coi pop corn a vedere un derby domenicale.
Torniamo poi allo stesso problema: tu pensi che il “governante” che sostieni abbia commesso un alto tradimento? E poi: il parlamento che per 3/5 è abitato da seguaci di berlusconi secondo te lo condannerà mai per alto tradimento costringendolo ad andarsene? Se mai lo condannerà a una pensione record con buono viaggio per un’isola incantevole quando e se non avrà più voglia di apparire in tv tutti i giorni. Perchè è questo il motivo per cui fa politica no?

Per Salazar: telepatia!!!

1 03 2009
Sara

E’ successo ancora: abbiamo scritto la stessa cosa! Adesso chiamo Giacobbo di Voyager.

1 03 2009
chiaradinotte

Comunque vedo che si continua a parlare del niente, in un’assurda propaganda su chi vince piu’ scudetti e chi ce l’ha piu’ lungo.

Ma nel merito dei NUMERI e delle questioni inerenti alle banche che FALLIRANNO o saranno statalizzate non si riesce proprio ad entrare.

Si preferisce ESORCIZZARE e far finta di nulla.

Ah gia’, il berlusca ha assicurato che le banche non possono fallire e che lui ha studiato alla Sorbona. Dimenticavo.😀

1 03 2009
Sara

Ha studiato alla sorbona? Sorbole! Forse ha sbagliato, voleva dire che ha studiato la ricetta per il sorbetto!
Io i numeri delle banche non li so, mi dispiace ma in questo sono molto limitata…Però se vuoi parlarne ti lascio tutto lo spazio che ti serve!

1 03 2009
davide

Cara Sara,

“”Dunque chiariamo una cosa: non mi piace questa contrapposizione tipo “sarete voi a governare e noi faremo l’opposizione” o “prima dovete vincere” o cose del genere perchè non siamo davanti alla tv coi pop corn a vedere un derby domenicale.””

Effettivamente ho un po’ calcato la mano. Dico solo che se alle prossime elezioni politiche Berlusconi perderà le elezioni se ne andrà a casa (non so quale perchè ha ville in tutto il mondo) come ha fatto le altre tre volte che è stato sconfitto alle elezioni.

Ciao Davide

1 03 2009
Sara

Si ma la differenza tra un politico normale e lui, diciamo la differenza più lampante, è il possesso delle televisioni, che è la punta dell’iceberg del cosiddetto conflitto d’interessi. Questo è il motivo per cui ogni volta torna al governo, questo è il motivo per cui siamo l’unico paese in cui si parla sempre di robe che non c’entrano niente col problema maggiore del momento, che in questo caso è la crisi economica. Ti dirò che secondo me lui ha firmato con Sarko perchè vuole che torni alla ribalta il dibattito sul nucleare, tanto per parlare di quello.

1 03 2009
Sara

Ah, volevo dirti grazie perchè te ne sei accorto, non è da tutti…

2 03 2009
Salazar

@ Sara
Il tuo blog mi é andato in crash per una decina di minuti. O è il traffico atlantico o è sovrappopolato.
E comunque preferisco il mago Otelma.

2 03 2009
chiaradinotte

I numeri, cara Sara, sono difficili da comprendere se non si sa come leggerli.

Oggi c’e’ stata una riunione fra i paesi europei. C’e’ un rischio molto probabile che alcune nazioni vadano in default. Si parla di Lettonia, di Bulgaria, di Romania, Estonia che sono le piu’ a rischio. Poi l’Ungheria e la Polonia.
Dato che alcune nazioni vantano crediti dalle suddette, nel caso che queste andassero in default (cosa molto probabile) quei crediti sarebbero inesigibili e cio’, causa la globalizzazione ed il collegamento esistente in tutto il sistema bancario, porterebbe ad un effetto domino di proporzioni gigantesche.
A rischio l’Irlanda e l’Austria, ma anche l’Italia in quanto Unicredit e San Paolo pare siano piene di titoli tossici e derivati basati sui crediti vantati nei confronti di queste nazioni dell’Est.

Quindi, il mio consiglio e’: non tenere i soldi in banca (tanto non rendono nulla e loro , se ne avete bisogno, vi rivendono il vostro denaro facendoselo pagare ANCHE il 14%). Oltre a cio’ conviene investire nella valuta che nei prossimi 2 anni si dimostrera’ FORTE… e non sara’ l’euro.

Lo stesso Davide qualche mese fa mi chiese in cosa investire. Il dollaro era a 1.50 sull’euro. Oggi e’ 1.27

Ma giuro che da oggi, a lui, i consigli non li do piu’:mrgreen:

2 03 2009
Salazar

@Davide
Dico solo che se alle prossime elezioni politiche Berlusconi perderà le elezioni se ne andrà a casa (non so quale perché ha ville in tutto il mondo) come ha fatto le altre tre volte che è stato sconfitto alle elezioni.

Ma non riesci ad immaginarti una politica senza Berlusconi? Dici “come le altre volte”, ma le altre volte a casa non è andato, è rimasto lì.
Eppoi perché parli delle ville quando si parla di politica? Invidia per chi ha più di te perché é a te e a tutti noi che sta rubando?

2 03 2009
chiaradinotte

perché parli delle ville quando si parla di politica?

Ma non l’hai capita la filosofia?

Sta dicendo: “Il mio capitano e’ uno che conta, non uno sfigato. Ha ville in tutto il mondo lui…”

Chissa’ come considererebbe sfigato Gandhi che non aveva neppure i vestiti.

2 03 2009
Salazar

@Clarinha
Allora faccio bene a tenere i miei Real brasiliani sotto al materasso?
A proposito, cose ne faccio dei Balboa panamensi?

2 03 2009
chiaradinotte

Salazar: cambia tutto in dollari e tienili ugualmente sotto il materasso.

2 03 2009
Salazar

Capitano, mio capitano…
La tivvú fa miracoli, meno male che è obsoleta. Fra qualche anno scompariranno perlomeno le tivvù generaliste, che sono le più pericolose e seminatrici di ignavia politica.
Chiudi gli occhi e pensa alla meraviglia di un mondo senza televisione: ci sarà perfino tempo di leggere qualche libro.
O è un pensiero troppo abominevole?

2 03 2009
Salazar

@ Chiara
Non ho questo problema, e chiaramente scherzavo.
Ho investito tutto nell’immobiliare (non italiano) quando sono andato via dall’Italia, sei mesi prima delle Torri Gemelle.
Non capisco di numeri, ma non sono mica scemo.

2 03 2009
chiaradinotte

ci sarà perfino tempo di leggere qualche libro.

Solo se non si cazzeggia in internet cercando di convincere chi non vuol neanche porsi il dubbio di aver votato per qualcuno che lo sta sodomizzando.

Comunque, e’ uno strano destino il mio…

Nel 2004, perche’ appoggiavo le sommosse di Budapest contro Gyurcsány, dicevano che ero di destra, oggi mi prendono per una comunista quando invece i miei valori di base sono LIBERALI e se sono contro lo psiconano e’ perche’ egli rappresenta quanto di meno di liberale possa esistere attualmente.

Oltre a cio’ tendo a schierarmi sempre contro la prevaricazione che e’ propria di un certo tipo di “potere”, populista, mai democratico e sempre finalizzato ad interessi personali.

Mentre la mia idea di civilta’ e’ diversa ed oggi, forse, solo Obama ne incarna i valori… nonostante abbia sempre una gran paura di restarne delusa.

2 03 2009
Salazar

@ Chiara
Strana Chiara: stai “monitorando la situazione economica italica costantemente, con dati e grafici, da ben 7 anni” e poi posti scritti passionali di liberalità e giustizia alla Tina Modotti. Strano incontro fra passione politica e brokeraggio.
Comunque mi riconosco in quello che scrivi e non vedo cosa posso rispondere se non: speriamo bene. Sarà forse l’America dare l’esempio giusto una volta tanto?
Anch’io spero in Obama e incrocio le dita. Non ho paura che lui deluda, vedo l’uomo ben deciso, ho paura che i vecchi marpioni dell’economia riescano a vincerla di nuovo facendo in modo che “tutto cambi perché tutto resti com’è”.

@
Ringrazio Sara per l’ospitalità. Sono lieto di aver di nuovo parlato con Chiara, ultimamente poco presente, e mi mancava, ma non per questo la perdono per aver ancora usato il famigerato “italico”.
Ringrazio anche Davide, ma un po’ meno.

2 03 2009
Sara

Ragazzi buongiorno! E’ bellissimo leggere i vostri commenti, grazie a tutti…Chiara mancavi anche a me!
Allora parliamo di investimenti, chiara dici di non tenere i soldi all’unicredit, c’è troppo rischio? Però io odio tenerli in casa, non tengo mai soldi in casa…
E perchè investirli in dollari dato che anche gli stati uniti sono colpiti dalla crisi, dato che sono anche loro creditori (ma anche molto debitori) e dato che è a 1.27?
Il mio dilemma è: in banca temo perchè la banca può fallire, in casa temo il ladruncolo e temo la svalutazione (in banca sono indicizzati?), in titoli e in borsa non se ne parla. In più ho pochi soldi quindi proprio non so cosa fare! Andrò in Svizzera…Se no investo in una chitarra e siamo a posto!!!😉

2 03 2009
davide

Distinta Chiara,

“”Comunque saranno proprio le persone come Davide, quelle che progressivamente vedranno assottigliarsi la loro “roba” che un giorno, armate di forcone o di stendardo, grideranno piu’ forte delle altre. “”

Prendiamo i forconi, assaltiamo i forni e bruciamo gli untuori.

Vedrai che dopo vivremo tutti felici e contenti.

Il problema è che il nano sarà quello che è ma dall’altra parte c’è il niente.

Ciao Davide

2 03 2009
davide

Caro amico Salazar,

“”Ma non riesci ad immaginarti una politica senza Berlusconi? Dici “come le altre volte”, ma le altre volte a casa non è andato, è rimasto lì.””

Figurati se non riesco ad immaginarmi una politica senza Berlusconi.

Per il resto ti ricordo che quando Berlusconi ha perso le elezioni se ne è andato a fare l’opposizione.

Poi si è ripresentato ed ha vinto le elezioni: in questo non c’è nulla di anti democratico.

Ciao Davide

2 03 2009
chiaradinotte

Vedrai che dopo vivremo tutti felici e contenti.

Te l’ho detto Davide, quando cio’ accadra’ Melquiades e gli zingari saranno gia’ partiti ed io con loro.

Nel frattempo, se fossi in te oppure in coloro che detengono “investimenti” con Mediolanum o altre banche similari, quelle del “dateci i vostri soldi e noi ve li faremo fruttare ANCHE del 3% all’anno, andrei ad assicurarmi bene che il capitale venga restituito, perche’ temo che ci saranno grosse sorprese quando i BOT saranno congelati.🙂

@ Sara: Il consiglio che sto dando a chi, ovviamente, ha fiducia in cio’ che dico e che i rischi di tenere i soldi in banca sono maggiori di quelli di tenerli in casa perche’ in casa i LADRI ci devono entrare, mentre in banca sono gia’ dentro.

Se avete liquidita’ piuttosto che tenerla sul conto, mettetela in una cassetta di sicurezza: se fallisce la banca, la cassetta non potra’ toccarvela nessuno.

Se proprio volete rischiare un po’, ma non tanto, cambiate gli euro che vi servono in Dollari. Il dollaro recuperera’ sull’euro nei prossimi 2-3 anni almeno il 20%.

Il cambio attuale e’ a 1.26, significa che oggi a fronte di 100 euro vi danno 126 dollari. Ebbene in due tre anni con quei 126 dollari potrete ricambiarli e recuperare 126 euro.

Chi ha saputo individuare il timing oppure ha seguito i miei consigli zingari ha cambiato quando il tasso era a 1.50, cioe’ per ogni 100 euro ha comprato 150 dollari (lo hai fatto Davide?)

@ Salazar: Strano incontro fra passione politica e brokeraggio.

Le due cose non vanno in contrasto. Ho sempre fatto cose, nella mia vita, che non coinvolgessero lo sfruttamento della povera gente. Ho fatto la prostituta e poi mi sono dedicata allo studio degli indici monetari e di quelli azionari.

Diversamente da cio’ che erroneamente si puo’ pensare esiste una finanza “etica” che e’ fatta di impegno e di strategia che entra nel mercato quando i prezzi sono in discesa contribuendo a farli scendere ulteriormente, come avviene negli ultimi mesi con il prezzo dell’energia e dei prodotti agricoli.

La mia filosofia e’ quella di non agire su un bene quando i prezzi sono in ascesa, perche’ cio’ contribuirebbe a far salire ulteriormente il prezzo, ma agire solo quando i prezzi iniziano a scendere. In tal senso, anche si in maniera microscopica, si contribuisce a far scendere i prezzi ulteriormente ottenendo allo stesso tempo un doppio risultato: etico generale ed economico personale.

La povera gente, per sopravvivere ha bisogno di prezzi bassi sia del cibo che dell’energia; tutto il contrario del mondo in cui ha cercato di relegarci Bush ed i suoi accoliti leccaculo.

2 03 2009
davide

Distinta Chiara,

“”Chi ha saputo individuare il timing oppure ha seguito i miei consigli zingari ha cambiato quando il tasso era a 1.50, cioe’ per ogni 100 euro ha comprato 150 dollari (lo hai fatto Davide?)””

Solo in parte.

Ciao Davide

2 03 2009
chiaradinotte

… Mi sono scordata che, probabilmente, di mercato siete completamente a digiuno e forse vi chiederete come sia possibile guadagnare quando i prezzi scendono. Esattamente facendosi prestare un bene da chi ce l’ha, vendendolo oggi e poi, domani o dopodomani, quando il prezzo sara’ inferiore a quello a cui lo abbiamo venduto, riacquistarlo e restituirlo a chi ce lo aveva prestato.

Sembra complicato ma non lo e’.

2 03 2009
davide

Distinta Chiara,

“”Te l’ho detto Davide, quando cio’ accadra’ Melquiades e gli zingari saranno gia’ partiti ed io con loro.””

Partire per andare dove? La crisi c’è in tutto il mondo. In Austria nei giorni scorsi alle elezioni regionali i partiti neo nazisti hanno stravinto le elezioni.

Anche nell’Olanda ,che tu porti spesso come modello, tutte le elezioni amministrative che ci sono state mostrano che i partiti di estrema destra sono in fortssima crescita.

Dov’è quel bel posto felice dove tu vuoi scappare?

Ciao Davide

2 03 2009
chiaradinotte

Partire per andare dove?

A casa mia, fra la mia gente e le mie colline. Ti pare poco?

E poi ci sono posti in cui gli zingari non vengono additati come la feccia dell’umanita’. E questo e’ gia’ sufficiente a far di quei posti dei luoghi migliori di quelli in cui i sindaci vorrebbero sterminare tutti i bambini Rom.

Io sono gia’ felice se intorno a me riesco a trovare umanita’, intelligenza e calore. Cose che in Italia, ahime’, le persone stanno barattando per le inutili cianfruscaglie che Vanna Marchi riesce a vendere loro.

2 03 2009
davide

Distinta Chiara,

“”Nel frattempo, se fossi in te oppure in coloro che detengono “investimenti” con Mediolanum o altre banche similari, quelle del “dateci i vostri soldi e noi ve li faremo fruttare ANCHE del 3% all’anno, andrei ad assicurarmi bene che il capitale venga restituito, perche’ temo che ci saranno grosse sorprese quando i BOT saranno congelati. “”

Egoisticamente la crisi che stai prospettando per me sarebbe una colata d’oro.

Come sai io opero nell’edizia e in questo momento ho parecchie decine di appartamenti che faccio fatica a vendere. Se si verificasse una crisi che distrugge i risaparmi chi ha i soldi (e sono tanti) con ogni probabilità investirebbe nel bene più sicuro che sono gli immobili. In questo caso io diventerei schifosamente straricco.

Ciao Davide

2 03 2009
davide

Distinta Chiara,

“”A casa mia, fra la mia gente e le mie colline. Ti pare poco?””

No, mi sembra una cosa molto bella. Però ti ricordo che in Ungheria con ogni probabilità la crisi economica sarà uguale alla nostra se non peggiore.

Ciao Davide

3 03 2009
Luca - FUTURIBILEPASSATO

Sparito anche il segretario ombra.
Menomale.
Franceschini mi fa tenerezza.
Se il PD dovesse scindersi (non credo) riuscirebbero in qualcosa di unico!
Bacio

3 03 2009
Salazar

@ Chiara
Non pensavo all’etica, pensavo ai numeri. Una zingara nata nel comunismo reale, sostenitrice dei forconi in piazza, che studia gli indici azionari e gioca in borsa: non è una immagine che viene immediata. Posso dire inconsueta?
Per quanto riguarda l’etica: penso sia giusto seguire le proprie convinzioni, ma penso anche che in certi casi sia irrilevante il comportamento del singolo. Nel senso che se anche giochi in borsa sul rialzo il mondo non cambia di una virgola. Sono sicuro che ti fa sentire meglio con te stessa, ma la vera battaglia è nel voto, nel volere delle leggi giuste e coinvolgere anche altre persone nel volerlo, cosa che fai. Credo.
So cos’è un rialzista, un ribassista e via elencando. Nella mia prima vita sono passato anche dalla borsa, molto poco, ma ci sono passato, e preferivo il rialzo: perché porre limiti a vincite o disgrazie?
Ti voglio raccontare una storia: in Italia facevo l’imprenditore, avevo una azienda piccola ma tosta. Nell’ottobre del 2000 mi sono preso 10 giorni di vacanza e sono venuto qui, in Brasile, a Natal.
Me ne stavo in spiaggia con ‘sta caipirinha in mano, e invece di pensare al dov’ero e di godermelo, il dov’ero, mi veniva in mente che c’era l’IVA da pagare, le nuove norme antincendio da finire, che quel fornitore dava quello e che quel cliente voleva quell’altro. Triste spettacolo, ero.
E proprio allora ho avuto una rivelazione, ho visto la luce come i Blues Brothers, ma Dio non centrava. Ho detto, sottovoce: “ma vaffanculo!” e ho finito la caipirinha.
Sono tornato in Italia e ho venduto tutto, azienda, case, macchine, titoli, tutto: sei mesi dopo ero di nuovo in Brasile, per restarci.
Non sono zingaro ma abbastanza semovente lo stesso.

3 03 2009
Sara

Ragazzi leggere le vostre storie è fantastico, vi ringrazio veramente perchè da voi c’è da imparare.
Cominciamo col tasto dolente, via il dente via il dolore: Davide, siamo al solito discorso, a parte il concetto democratico-antidemocratico che mi sembra di aver già spiegato abbastanza tramite numerosi esempi, è meglio la dittatura rispetto al niente dall’altra parte? Uau…
@ Chiara: sono d’accordo con Salazar, le tue azioni e i tutti i tuoi pensieri sono inconsueti! Che bello! Per quanto riguarda le azioni, io credo che la borsa non faccia troppo per me. Infatti non ho capito come fai a guadagnarci se il titolo continua a scendere. Anch’io prenderei una cosa che ha appena cominciato a risalire vendendola dopo un pò per non rischiare troppo. Però per me mettere dei soldi lì è già molto rischioso. Per la cassetta di sicurezza, è vero, però ogni volta che la si apre mi hanno detto che serve portare tipo il certificato che si è ancora vivi o una cosa del genere, quindi la cosa mi spaventa un pò. Per quanto riguarda la frase “in casa i ladri devono entrare, in banca sono già dentro” … Chapeau!!! Veramente sei geniale!!!:mrgreen:
@ Salazar: io amo la caipirinha, è uno dei pochi cocktail che riesco a bere (o forse mi piae la caipiroska? Dubbio esistenzial-mattutino), quindi capisco perfettamente il tuo cambio di rotta!:mrgreen: Beh, a giudicare da come siamo messi qui e da come sembri sereno lì credo che il tuo ma vaffanculo sottovoce ti abbia consigliato bene!
@ Luca: infatti Franceschini ha fatto pulizia, very good!

3 03 2009
Salazar

Si! Bellissimo quello: il “Certificato di Esistenza in Vita”.
Anni fa me lo sono fatto fare e l’ho appeso in bagno. Dipendendo dal fine serata precedente, a volte al mattino non mi sveglio, resuscito. Così per fugare ogni dubbio…
Ora non lo trovo più. Peccato, era una della più belle stronzate in mio possesso assieme all’indulgenza “válidos los dias 45“ comprata per quattro dollari dai frati domenicani nella cattedrale di Mexico City.

3 03 2009
Sara

Ahahahah!!!:mrgreen:
Cos’è l’indulgenza “validos los dias 45?” un’indulgenza a tempo?

3 03 2009
davide

Cara Sara,

“”Cominciamo col tasto dolente, via il dente via il dolore: Davide, siamo al solito discorso, a parte il concetto democratico-antidemocratico che mi sembra di aver già spiegato abbastanza tramite numerosi esempi, è meglio la dittatura rispetto al niente dall’altra parte? Uau…””

No una dittatura non è mai meglio. Però di Berlusconi si può dire di tutto ma non che sia un dittatore. Silvio spara cazzate tutti i giorni e can che abbaia non morde.

Ciao Davide

3 03 2009
Sara

Davide ma come!!
Di Berlusconi non si può dire niente se prima non si premette che potrebbe essere un dittatore!

3 03 2009
davide

Cara Sara,

“”Davide ma come!!
Di Berlusconi non si può dire niente se prima non si premette che potrebbe essere un dittatore!””

La dittatura è una cosa seria e Berlusconi serio non lo è neanche quando è ubriaco.

Ciao Davide

3 03 2009
Fully

Ohilà, vi lascio un giorno e mezzo e qui si parla di politica, di economia e finanza mondiale ad alti livelli!
Credo che seguirò il consiglio di Chiara sui dollari: mi pare più che sensato.
Grazie mille (sperando diventino milletrecento😉 )

3 03 2009
Sara

Fully infatti!!! Merito di Chiara di Salazar e di Davide!
Per la tua battuta finale: dopo il “chapeau” per Chiara dico anche a te “chapeau!”:mrgreen:
Ragazzi siete tutti mitici!

3 03 2009
Salazar

@Davide
Ma tu voti per Berlusconi che “serio non lo è neanche quando è ubriaco”?
Mi sa che questo è peggiore di dire: “voto a destra perché sono fascista”, almeno in questa dichiarazione c’è una presa di posizione.
Detto per inciso: il Governo Berlusconi è una dittatura, solo che è modello mediatico, non come le classiche del 900 di modello muscolare: ti accorgi che c’è solo se spegni la tivvù per almeno due settimane. O la butti fuori dalla finestra, che è ancora meglio.

@Sara
Si, quattro dollari e nei successivi 45 giorni ogni peccato veniva mondato e perdonato: vedi quant’è buono Dio?
Solo che il modulo era prestampato, si vede per qualche altro tipo di prestazione atta alla salvezza dell’anima, e adattato all’indulgenza a tempo in modo precario, per cui suonava circa così: “validi i giorni 45”.
Ma adesso che mi ci fai pensare mi preoccupo: non è che andrò in inferno per un errore di sintassi?

3 03 2009
davide

Caro amico Salazar,

“”Mi sa che questo è peggiore di dire: “voto a destra perché sono fascista”, almeno in questa dichiarazione c’è una presa di posizione.
Detto per inciso: il Governo Berlusconi è una dittatura, solo che è modello mediatico, non come le classiche del 900 di modello muscolare: ti accorgi che c’è solo se spegni la tivvù per almeno due settimane. O la butti fuori dalla finestra, che è ancora meglio.””

Non guardo molto la TV, ma quando la guardo vedo sempre i vari Santoro, Lerner, Fazio, Floris per non parlare della rossa (di nome e di fatto) Gruber che parlano sempre benissimo di Silvio.

Ciao Davide

4 03 2009
Salazar

È quello che non vedi, o meglio, che non noti o che non ti lasciano vedere che conta, è lì che bisogna alzare le antenne e ragionare, ricordare e chiedersi i perché.
Comunque, se non guardi la tivvù e voti ugualmente Berlusconi, vuol dire che ci sei caduto dentro da piccolo, come Obelix.

4 03 2009
davide

Caro amico Salazar,

“”Comunque, se non guardi la tivvù e voti ugualmente Berlusconi, vuol dire che ci sei caduto dentro da piccolo, come Obelix.””

Votavo Berlusconi perchè aveva promesso di fare le centrali atomiche. Poichè in 10 mesi di governo Berlusconi sul nucleare ha fatto solo chiacchiere e niente fatti, alle prossime elezioni voterò l’UDC di CASINI: anche lui dice di voler fare le centrali atomiche. Come vedi non ho nessuna particolare simpatia per Silvio e valuto solo i fatti.

Ciao Davide

5 03 2009
Salazar

Ma a cosa ti servono le centrali atomiche? Le vuoi costruire tu?
A parte che sarebbe corretto chiamarle centrali nucleari e non atomiche (prima di volere così tanto una cosa da votare per il peggiore uomo politico di tutti i tempi sarebbe bene conoscere almeno il nome corretto di quello che vuoi), le centrali nucleari, dicevo, sono obsolete, pericolose e costosissime: nessuno mette mai in conto che a 20 anni di produzione di energia seguono 300 anni di mantenimento scorie.
Ormai si produce energia da tutto: dal vento, dal sole, dalle onde del mare, dall’acqua salata che litiga con l’acqua dolce, dalla polenta e osei, da tutto: se ti cade un piatto di polenta e osei fa niente, pulisci e via; ma se si spacca una centrale nucleare, solo una/una sola e una sola volta, ti ritrovi con tutto il mondo in panico, aumento esponenziale di malattie tremende, morti qua e morti là e migliaia di chilometri quadrati di territorio radioattivi, chiusi, sbarrati, proibiti, off limits, con migliaia di case di gente che voleva vivere in pace e invece si ritrova senza fissa dimora, sbattuta fuori dal mondo.
Non serve tanto, basta un errore piccolo piccolo e arriva l’armageddon. Credi valga la pena correre questo rischio quando puoi produrre la stessa energia con gli stessi costi (e forse inferiori) e senza nessun pericolo?
Eppoi, per tornare alla vecchia battuta: io non mi fiderei affatto se a costruire le centrali nucleari fosse uno che si chiama Casini.

5 03 2009
Sara

Davide, ma come! Io non i capisco più, dopo tutte le motivazioni che hai dato questa mi sembra proprio assurda! Ma perchè le desideri tanto? Guarda che il signori Smithers e Homer sono solo cartoni animati, non possono venire in Italia… E poi scusa le vuoi le “centrali atomiche” per far la bomba atomica o per fare energia? O per fare energia e costruire la bomba atomica di nascosto?
Per tutto il resto leggi il commento di Salazar e pensa che la penso uguale!

@ Salazar, stai facendo lezioni di risposta ai commenti!!! Sei fantastico!!!
Per quanto riguarda il rischio, da uno che corre il rischio della dittatura e dei cazzi amari se solo c’è una rivolta in piazza cosa ti puoi aspettare!

5 03 2009
davide

Cari Salazar e Sara,

i mie dati sulle centrali nucleari sono diversi.

Comunque non voglio far perdere tempo a nessuno in una discussione che non c’entra niente con il post in oggetto: la padrona di casa è stata anche troppo buona fin qui ed è giusto non approffittarne.

Ciao Davide

5 03 2009
Sara

Ciao Davide, grazie per la cortesia…
Però guarda, non ho voglia e non sono neanche nella posizione di tirarmela. Cioè questo è un blogghino umile, io non sono wonderwoman e ho solo da imparare, per giunta finchè si rimane nella discussione civile gli OT sono solo da apprezzare, a me piacciono molto, perchè spegnere la miccia una volta che è accesa apre molte incognite. Ad esempio se la volta dopo piove la miccia si riaccenderà o no?
In più ci nella stragrande maggioranza dei blog o molta gente in linea di massima è d’accordo (diciamo d’accordo sui sommi capi), oppure si sconfina nell’insulto (cosa che noi abbiamo rischiato con quelle pseudofrasi ultras). Invece poi tutto è filato liscio, quindi continuate pure che a me fa solo piacere!

5 03 2009
davide

Cara Sara,

“”In più ci nella stragrande maggioranza dei blog o molta gente in linea di massima è d’accordo (diciamo d’accordo sui sommi capi), oppure si sconfina nell’insulto (cosa che noi abbiamo rischiato con quelle pseudofrasi ultras). Invece poi tutto è filato liscio, quindi continuate pure che a me fa solo piacere!””

Grazie. Comunque è inutile continuare il discorso sulle centrali nucleari perchè in Italia non si farà nessuna centrale: è bastato solo l’annucio che i vari governatori hanno minacciato che mai si farà una centrale sul loro territorio. In Italia tutti vogliono l’energia ma le centrali in casa degli altri.

A questo punto non ci resta che sperare che abbia ragione Chiara e che Obama riesca davvero a sviluppare delle fonti alternative.
Però al momento le cosiddette fonti alternative sono troppo costose. Fra non molto il petrolio si esaurirà e in quel momento il suo costo andrà alle stelle. A quel punto l’industria italiana che è la più dipendente dal petrolio collasserà, perchè non potrà più reggere la concorrenza.
Speriamo che Obama riesca a sviluppare le fonti alternative, perchè in caso contrario per noi italiani saranno sorci verdi.

Ciao Davide

5 03 2009
Salazar

@Davide
Uno degli impianti eolici più all’avanguardia degli USA, funzionante in Texas, è stato progettato e costruito da una società dal nome molto esotico (per gli americani), si chiama ENEL.
Non c’è bisogno di Obama, basterebbe optare per politiche concrete, e non solo ululare alla luna per coprire fatti e misfatti.
Più misfatti che fatti.

7 03 2009
Sara

@ Davide: non è che Obama è un genio ultraterreno, vent’anni fa si riusciva a ricavare energia dall’acquario dei pesci con la pompetta dell’ossigeno… In Africa un ragazzo di 14 anni con delle lamiere da discarica ha prodotto la prima pala eolica africana…Il problema è sempre il solito, ci sono le risorse ma non vengono utilizzate perchè si pensa allo sviluppo e non si pensa al progetto.
E ovviamente interessa lo sviluppo di certe aziende!

@ Salazar: già!!!! L’ENEL la dovrebbe fare in America quella pubblicità bellissima fino a quando non dicono che è dell’enel che fa “energia pulita”. Vogliamo parlare delle pubblicità delle macchine? Le macchine sono sempre quelle, stesso modello, stesso consumo, stesso euro 4, ma magicamente sono ecologiche!!! Ahahahah!!! Questi fanno i prestigiatori!! Il trucco è semplice, basta abbassare la soglia dell’ecologico!!! Cioè basta dire che una macchina che fa 15 chilometri con un litro consuma poco ed è ecologica, quando la mia golf di 20 anni fa va ai 170 (mica come le nuove pande, ne ho guidata una, in rotonda c’è da sperare che non arrivi una raffica di vento laterale se no ci si cappotta, per non parlare dell’acceleratore che non fa il suo dovere) e consuma (non ai 170) un litro ogni 11 chilometri! Questo è sviluppo, non è progresso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: