Un altro sforzo

29 01 2009

spirale_400

Oggi facciamo uno sforzo in più. Ieri abbiamo ricordato, oggi cerchiamo di fare qualche collegamento.

Berlusconi si sta lamentando per le intercettazioni massive (e probabilmente è un falso). Guardacaso non era dello stesso parere quando era emerso il dossier telecom illegale dell’amico Tronchetti Provera o quando era alla ribalta lo scandalo Telekom Serbia in cui era coinvolto Prodi (era una bufala, che ha dato modo a Pollari di accumulare 100 curriculum-punti).

Nel frattempo si è scoperto che Berlusconi ha depenalizzato il colpo di stato. Si, avete capito bene. E’ l’articolo 283 quello in questione. Leggendolo sembra che “pena non inferiore ai cinque anni” sia una pena grave. Ma cosa diceva il vecchio articolo 283?

Vecchio Art 283: Chiunque commette un fatto diretto a mutare la costituzione dello Stato, o la forma del Governo, con mezzi non consentiti dall’ordinamento costituzionale dello Stato, è punito con la reclusione non inferiore a dodici anni.

Nuovo Art 283: Chiunque, con atti violenti, commette un fatto diretto e idoneo a mutare la Costituzione dello Stato o la forma di Governo, è punito con la reclusione non inferiore a cinque anni.

In pratica nella nuova forma si parla solo di atti violenti (la lobotomizzazione da tv non è inclusa negli atti violenti), e la pena è ridotta da 12 a 5 anni.

Non vi ricorda qualcosa? Fattoria degli animali, maiali truffatori, pecore sempre pronte a cambiare ricordi…Grande indignazione il 27 gennaio e poi tutto come al solito…

Adesso il nostro vuole anche proporre una legge che limita la libertà d’espressione su internet. Non si capisce per quale motivo repubblica ha titolato “contro i pirati”, dato che poi si evince che il problema non sono solo i “pirati”, che pubblicano su youtube video di mediaset (ma guarda, c’era un argomento ormai obsoleto che creava tanto scalpore…Il conflitto d’interessi), ma anche altri contenuti. Da certi passaggi si capisce proprio che vorrebbero che il governo ottenga piena libertà di fare ciò che vuole.

Embè direte voi, dove sta il collegamento trasversale? Dai su, la memoria non può essere schizofrenica se no è tolto lo scopo!

Questo articoletto l’ho scritto per quelli che “Mussolini ha fatto anche tante cose buone che hanno fatto vivere meglio”.

L’ho scritto per quelli che “Il più grande errore di Mussolini è stato quello di allearsi con Hitler (quello psicopatico), prima andava tutto bene”.

L’ho scritto per quelli che “Com’è andato al governo Mussolini?” “…Mmmhhh…Non lo so”

L’ho scritto per quelli che “Te lo dico io se non ti ricordi, Mussolini ha fatto un colpo di stato a più riprese” “Eh vabbè ma come in tutte le dittature”.

L’ho scritto per quelli che “Però non parlano mai dei regimi comunisti perchè hanno fatto danni anche loro”.

Per quelli che hanno rotto le balle.

E non dite che sono mie ipotesi strampalate, perchè ho sentito questi discorsi stamattina. E non ho saputo replicare dopo la quarta frase.


Azioni

Information

14 responses

29 01 2009
Salazar

Non sapevo dell’Articolo 283. A parte il calo della pena da 12 a 5 anni, quel “con atti violenti” e il taglio di “con mezzi non consentiti dall’ordinamento costituzionale dello Stato” mi lasciano un po’ riflessivo. Non é che un bel colpetto si Stato ammodo e incravattato, magari in contemporanea con la trasmissione – in chiaro e aggratis per tutti – delle partite di serie A, di colpo non sia più reato ma un “cambiamento doveroso per il bene di tutti i cittadini?”

Il giro di vite sul web: quella non é la proposta di legge per limitare la libertà d’espressione su internet, quella é solo la fuga di notizie programmata. Funziona così:
1) Si sceglie un ente qualsiasi, apparentemente lontano dal governo e da Mr. B (in questo caso la SIAE), ma che possa proporre un disegno di legge.
2) In un documento redatto da quell’ente (documento che possibilmente non c’entri una mazza con la legge che vuoi), c’infili la legge che vuoi moltiplicata per cento. Una cosa che proprio faccia sobbalzare sulla sedia i lettori, almeno quelli che hanno ancora qualche neurone funzionante.
3) Provochi ad arte una bella fuga di notizie. Giornali (o quel che ne rimane) e opinione pubblica cominciano a strepitare fornendo agli esperti di marketing le informazioni di cui hanno bisogno per capire dove tagliare, dove aumentare e dove svicolare. Marketing, si, perché Mr. B non fa politica, fa marketing.
4) La prima bozza si ritira e si presenta un’altra proposta di legge molto più tranquilla, cucita perfettamente addosso alle reazioni della “clientela” dagli esperti di marketing.
5) La legge soft viene approvata, la “clientela” tira un sospiro di sollievo e Mr. B ha esattamente quello che voleva, e che aveva programmato fin dall’inizio.
6) E tutti vissero felici e contenti.

Spinoza (http://www.spinoza.it), un blog serissimo, e quindi incredibilmente attendibile, ha descritto la stessa procedura in un modo un pochino più… come dire… onomatopeico: “Per intenderci: è come se uno ti caga in salotto, poi infila nella merda un petardo acceso, poi spegne il petardo e tu gli dici grazie.”

29 01 2009
Luca

Hola Sara,
su Pollari ed il dossier Telecom credo che la posizione di Berlusconi (ma forse è probabilissimo che stavolta ricordi male io)non fosse propriamente quella da te descritta.
Sul colpo di Stato non sapevo nulla ma…
a me va benissimo🙂 e ti spiego anche perchè:
1_mi “autorizza”a muovermi con la minore conseguenza possibile.
2_prima che un golpe lo faccia lui, lo faccio/amo io/noi partendo dalle realtà locali. Basta svegliarsi un po’.

Scherzi a parte,
io francamente non ho paura di questa destra potenzialmente golpista. Al momento ci riderei sopra anche perchè il nostro sistema è già marcatamente illiberale sotto molteplici punti di vista e, a dirla tutta, effettuano un colpo di stato ogni due settimane in ogni particolare ambito, senza che ci dicano le cose.
Il vero potere sta ormai nella voglia da parte del cittadino di informarsi perchè l’informazione quella bella e pronta è andata. Persa per sempre.
Potrei portarti una miriade di esempi tra provvedimenti economici e di legislazione ordinaria da far scattare qualsiasi cittadino sulla sedia, sempre ammesso che questo abbia la voglia di farlo. Ma non mi sembra, stando alla nostra vita lobotomizzata.
Il datodi fatto è che stavolta non sparano con fucili o bicchierozzi di olio, i metodi sono sopraffini e le menti si sono in qualche modo evolute.
Non credo Silvio faccia paura, anche perchè tra lui e Prodi in 15 anni hanno applicato alla lettera il programma governativo della P 2, rimane la riforma della giustizia, ultimo baluardo a resistere a questo vero colpo di stato.
Non mi fa paura un rigurgito fascista,golpista, berlusconista come non mi facevano paura i messaggi di qualche anno fa sul ritorno dei comunisti o di un certo comunismo.
Forse sarò io, credo che ormai la battaglia vera si sia spostata su piani più alti e con metodi più silenti cui noi dobbiamo voler la fatica di arrivarci.
Un bacio,
Luca

Bello sto blog!🙂 Compliments!

29 01 2009
davide

Cara Sarà,

credo che il tuo sia più che altro un processo alle intenzioni. Però è sempre meglio stare in guardia, perchè la libertà è un bene troppo prezioso e va sempre difeso.

Ciao Davide

29 01 2009
Sara

@ Salazar: la tecnica del proporre 100 per arrivare a 20…Può darsi, in ogni caso è una cosa grave…

@ Luca: Grazie per i complimenti!😉
dai per la Telekom serbia ricordi che c’era il “supertestimone” Igor Marini, che Berlusconi aveva dichiarato una cosa tipo “l’affare telekom serbia è una tangente”, e che poi si è dimostrato essere tutto falso?
Per quanto riguarda il colpo di stato, bello il tuo punto di vista rovesciato!
Ed è interessante il paradosso per cui il problema si sta spostando a piani più alti mentre si fa si che la popolazione regredisca verso bisogni sempre più elementari…

@ davide: mah, chiamare processo alle intenzioni una legge del 2006 nascosta e la voglia di togliere libertà in internet (cruccio che hanno già da un pò) insieme all’arcinoto arcifinto problema delle intercettazioni mi sembra un pò sminuente…Però stiamo a vedere e nel frattempo cerchiamo di informarci…

30 01 2009
simona_rm

@luca

io francamente non ho paura di questa destra potenzialmente golpista. Al momento ci riderei sopra anche perchè il nostro sistema è già marcatamente illiberale sotto molteplici punti di vista

in linea teorica si potrebbe essere d’accordo con te, se fossimo al 1° governo Berlusconi, ma siamo al 4° (non il 3° – fonte wikipedia)!
Credo che Mr B sia stato fortemente sottovalutato fin dall’inizio, proprio perchè con i suoi modi goffi da politico improvvisato, con la sua cialtronaggine, il suo sorrisone liftato, tutto sommato fa ridere (e anche un po’ pena). Fatto è, che non ci ha giovato -fino ad oggi- ridere di lui.
Io non rido più, ogni tanto ci scherzo ancora su, ma sono rigurgiti di satira. Ho paura. Sto con gli occhi ben aperti, mi informo, ma non basta più la consapevolezza ci ciò che accade, ci vorrebbe un movimento di contrasto a questa risacca fascista.
Non capisco questo:

Forse sarò io, credo che ormai la battaglia vera si sia spostata su piani più alti e con metodi più silenti cui noi dobbiamo voler la fatica di arrivarci.

quali sarebbero i piani più alti cui tendere?

@salazar
è un processo collaudatissimo ormai, quello di spaventare i cittadini con dei provvedimenti gravi, per poi ridimensionarli ed ottenere comunque quello che il governo si era prefissato. L’hanno appena fatto con la “riforma” universitaria.
Chissà se hanno la licenza in esclusiva di questo medoto subdolo, o si ispirano a qualcuno di preciso. Mah.

@sara
Ora hai la responsabilità di tenere gli occhi aperti anche per noi lettori!😀

31 01 2009
Salazar

@ Simona
Mi sono chiesto molte volte anch’io come quella specie di homo ridens saltellante sia arrivato dove é arrivato. La risposta, alla fine, é risultata la più semplice: con i soldi. Più paghi e più intelligenze perverse compri per farti spiegare come infinocchiare il popolo bue e diventare primo ministro.
È ben documentato, da innumerevoli pubblicazioni, che all’inizio i soldi glieli ha dati la mafia, lui probabilmente si é trovato al posto giusto al momento giusto, o solo con gli amici giusti.
Le domande sono: comanda proprio Berlusconi o comanda un pochino lui e un pochino quelli che gli hanno dato i soldi?
Lui ci fa o ci é? La risposta più semplice a questo punto é ci é, sembra che dica stronzate proprio quando quelli che ha intorno lo mollano un po’. Oddio, lui é furbo, molto furbo, ma di certo non é molto intelligente: le due cose – si sa – non necessariamente devono convivere.

31 01 2009
davide

Cara Simona,

“”in linea teorica si potrebbe essere d’accordo con te, se fossimo al 1° governo Berlusconi, ma siamo al 4° (non il 3° – fonte wikipedia)!
Credo che Mr B sia stato fortemente sottovalutato fin dall’inizio, proprio perchè con i suoi modi goffi da politico improvvisato, con la sua cialtronaggine, il suo sorrisone liftato, tutto sommato fa ridere (e anche un po’ pena). Fatto è, che non ci ha giovato -fino ad oggi- ridere di lui.””

Credo che hai detto una cosa giusta: Berlusconi è sempre stato sottovalutato.

Ritengo che quella di sottovalutare e deridere gli avversari sia uno dei peccati capitali della sinistra italiana. Quando scesce in campo la lega, fine anni ’80 – primi anni ’90, i comunisti dissero che Bossi era solo un fregnaciaro e che la lega sarebbe scomparsa nel giro di pochi anni. Ebbene il risultato finale è che sono scomparsi i comunisti mentre la lega è più forte che mai.

Quanto all’affermazione dell’amico Salazar che Berlusconi non sia intelligente ho molti dubbi. A parte il fatto che le accuse di mafia non sono provate, dubito che una persona priva di intelligenza possa riuscire a fare (poi sul merito di quello che ha fatto si può essere in disaccordo) tutto quello che ha fatto Lui.

Ciao Davide

31 01 2009
simona_rm

ciao davide

si, sottovalutare l’avversario è stato un errore colossale dal punto di vista politico. Io ci ho messo degli anni per capirlo e mi sorprendo quando ascolto certi sigg. politici (di sx) che sembrano non averlo ancora compreso.
Hai ragione anche quando parli di “peccato”: lo è stato di superbia. Una superbia che nasce da quella superiorità intelletuale che alcuni (solo alcuni) politici di sx hanno avuto. Ma in tempi lontani. Ora sono tutti morti. Gli eredi di questi, credono -chissà perchè- di averla ereditata!

31 01 2009
luciano bubbola

Calma ragazzi!
Perché già fasciarsi il capo?
Tanto adesso PD+L e PD-L (e solo questione di segni: +/-) si stanno accordando sulla ‘soglia di scambio’ (o di favori e di interessi?) intorno al 4% per le prossime elezioni europee: già le liste erano blindate, ora sono anche quotate con un ‘tasso buono’ (per i prossimi sei mesi al 4%… Conto Arancio?), meglio di così: ma i cittadini hanno ancora la libertà di apporre una X sulle ‘figurine’ di Berlusconi o di Veltroni (e che vogliamo di più dalla vita, oltre al solito amaro lucano?).
E’ il bello della democrazia!
E’ l’impegno dell’opposizione!
O no?!?
Luciano Bubbola

1 02 2009
simona_rm

già, metteranno la soglia al 4% per le europee.
PERO’, notate: ci hanno lasciato -per il momento- le preferenze!
Che galantuomini!

Alla fine di questo primo anno di governo…..aveva ragione quel complottista di Grillo: che questo, sarebbe stato un governo *veltrusconi*, senza nessuna opposizione e con lo scopo unico di far fuori tutti gli altri.
Triste.
Vado a comprarmi le bende.

5 02 2009
Fully

Io sullo sbarramento al 4% sono d’accordo.

Per il resto, chi pensa a Berlusconi come ad un minus habens dimostra scarsa profondità di analisi. Dopo 15 anni dalla sua “discesa in campo” guardate dove è lui e dove sono quelli che ridevano di lui.
Solo questione di soldi? Certo, aiutano. Ma se fosse solo questo ci sono centinaia di altri miliardari in Italia ma non fanno il Premier. Cosa voglio dire? Solo che Berlusconi è quello che l’Italia si merita, perché incarna il sogno inconfessato della stragrande maggioranza di noi.
IMHO

5 02 2009
Sara

@ Luciano: è il bello della finzione a cui tutti credono! W babbo natale!
@ Simo: grande Grillo c’ha beccato su una cosa, suoniamo le campane!
@ Fully: sono d’accordo anch’io sulle preferenze. Le hanno messe al 4% probabilmente perchè il vecchio amico Casini col 5% non ce l’avrebbe fatta… Hai c’entrato in pieno su Berlusconi, evidentemente è che questa è la sua visione (per dirla alla PNL) ed è fortissima, anche per questo è riuscito a realizzare quel che voleva. E in più credo che ci siano eventi che hanno una forza intrinseca non smorzabile! Mi spieghi cos’è sto IMHO?

6 02 2009
Fully

@sara
scusami, mi sono lasciato trascinare da un acronimo che ho conosciuto su MC.
IMHO sta per “In My Humble Opinion”, e va di modo tra i VIP del Web.
E’ per questo che d’ora in poi scriverò “a mio modesto parere”:mrgreen:

6 02 2009
Sara

Ole! Non c’è niente da scusare, è solo che sempre lo usavate tutti e nessuno aveva mai voluto dire cosa significasse!!! Adesso che lo so anch’io sono più felice! Ma non lo userò perchè non sono una VIPera del web!!!:mrgreen:
W la tua pasticceria! Io apro la rosticceria così facciamo una cosa fatta bene!:mrgreen:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: